FARE DI GENOVA UN PORTO ETICO E SMILITARIZZATO,

DALLA PARTE DEI POPOLI VITTIME DI GUERRE CIVILI E CRISI UMANITARIE

Due momenti del sequestro delle macchine prodotte dalla società FORZA 3M Srl di Lecco da parte di doganieri e finanzieri, nel porto di Genova.

 

Un comunicato ufficiale del Comando provinciale di Genova della Guardia di Finanza, ampiamente ripreso dalla stampa locale e nazionale, ci informa del sequestro in porto di «macchinari per la fabbricazione di materiale d’armamento (bossoli) destinati all’esportazione in Etiopia in assenza delle necessarie autorizzazioni». Si tratta di un’inchiesta in corso da quattro mesi, che evidentemente la Procura di Genova ha chiuso in questi giorni individuando tre indagati, e dunque potendone dar conto al pubblico.

La RASSEGNA STAMPA è aggiornata al 27 gennaio 2023. Vai ai nuovi contenuti pubblicati dai media

I post più recenti

Edifici distrutti dai bombardamenti a Sanaa, Yemen. The New York Times ha pubblicato questa foto insieme alla notizia della distruzione dell'ospedale di Save the Children di Kitaf, il 26 marzo 2019. È Natale. Un giorno speciale anche per il porto....

L’assai reputata «Janes», editrice specializzata nell’open-source defence intelligence, ha segnalato sul suo sito lo scorso 11 agosto1 la prima consegna relativa a un contratto da 20,7 milioni di $ firmato nel 2019, concernente veicoli blindati 4x4 “Hizir” prodotti dallasocietà...

Grazie a un recente incontro pubblico a Trieste [vedi qui sotto la notizia The Weapon Watch a Trieste del 20 luglio 2020], ci è capitato di leggere l’ottimo documento stampato nel gennaio 2020 da NO-FRONTIERE-FRIULI-VENEZIA-GIULIA. Ne riproduciamo...

Luigi Previati (primo da sinistra) durante la Perugia-Assisi, Foto di Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza. LA NOTIZIA DELLA SCOMPARSA DI LUIGI PREVIATI, insegnante, pacifista, ambientalista e militante democratico, ci ha profondamente addolorato. Lo ricordiamo qui con le parole...